Taranto/ La guardia di finanza scopre nel golfo degli ordigni bellici a 8 metri di profondità

Pubblicato il 31 Luglio 2009 16:50 | Ultimo aggiornamento: 31 Luglio 2009 17:15

ordigniI militari della Sezione operativa navale della guardia di finanza di Taranto hanno rinvenuto, a una profondità di circa 8 metri, 17 proiettili di artiglieria navale, residuati bellici di piccolo e medio calibro, nonché una mina risalente al secondo conflitto mondiale. L’area marina d’interesse è stata sorvegliata dalle Unità navali del Corpo in attesa dell’arrivo degli artificieri della Marina Militare per le operazioni di messa in sicurezza ed eventuale brillamento degli ordigni.

Si tratta di una mina da ormeggio di origine bellica di nazionalità italiana contenente circa 120 kg di tritolo e 17 proiettili di artiglieria navale contenenti un totale di 25 kg di tritolo. Per il luogo dove la mina e i proiettili sono stati rinvenuti, si potrebbe presumere che gli ordigni siano stati spostati dal loro posto d’origine e raccolti al fine di utilizzare il tritolo in essi contenuto.