Taranto, arrestati 6 poliziotti accusati di prendere soldi per togliere multe

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 gennaio 2018 15:23 | Ultimo aggiornamento: 29 gennaio 2018 15:23
Taranto, arrestati 6 poliziotti accusati di prendere soldi per togliere multe

Taranto, arrestati 6 poliziotti accusati di prendere soldi per togliere multe

TARANTO – Arrestati sei poliziotti che secondo l’accusa avrebbero omesso di contestare ai conducenti di automezzi (autoarticolati e rimorchi) le violazioni al Codice della Strada in cambio di soldi. Sei agenti della Polizia stradale sono stati arrestati dai colleghi della Squadra Mobile della Questura di Taranto e della stessa sezione (Compartimento “Puglia”), in esecuzione di un provvedimento emesso dal giudice per le indagini preliminari del tribunale del capoluogo jonico, Paola Incalza, su richiesta del sostituto procuratore Maurizio Carbone.

I poliziotti arrestati si trovano ai domiciliari. Altre persone sono coinvolte nelle indagini. L’ipotesi di reato è quella di induzione indebita a dare e/o promettere utilità. I fatti si sarebbero verificati nel periodo compreso tra i mesi di luglio ed ottobre 2016. Gli stessi conducenti di automezzi sono indagati per la stessa condotta, cioè per avere, seppure indotti, promesso e/o dato le utilità richieste.

Come scrive l’Adnkronos,

L’indagine ha preso il via a seguito di una telefonata anonima giunta alla sala operativa della Questura di Taranto, nel corso della quale l’ignoto segnalava la presenza sulla strada statale 100, in direzione di Bari, di un equipaggio della Polizia Stradale intento a caricare nel bagagliaio dell’auto di servizio (posta a fari spenti sul ciglio della strada) alcune casse di pesce prelevate dall’interno di un furgone per il trasporto di prodotti ittici fermato per un controllo.