Targhe estere, con Dl Sicurezza arriva nuova stretta: multe fino a 2848 euro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 dicembre 2018 15:41 | Ultimo aggiornamento: 12 dicembre 2018 15:41
Targhe estere, con Dl sicurezza arriva nuova stretta: multe fino a 2848 euro (foto Ansa)

Targhe estere, con Dl sicurezza arriva nuova stretta: multe fino a 2848 euro (foto Ansa)

ROMA – Con il Dl Sicurezza arriva una stretta sulle “targhe estere”. 

Come spiega Il Sole 24 Ore, da tempo vige lo stop alla circolazione di veicoli con targhe estere in territorio italiano ma “l’articolo 132 del Codice della strada era difficile da applicare perché presupponeva di dimostrare che il veicolo con targa estera fosse rimasto in Italia per più di un anno. Di fatto, a parte casi eclatanti di gente che ha preso una o più multe al giorno e non le ha pagate, era quasi impossibile dimostrarlo: controlli sistematici alle frontiere non possono essercene. Nella prassi, quando il proprietario era uno straniero residente in Italia, si presumeva pure che il veicolo fosse arrivato sul territorio nazionale assieme all’interessato”. 

Con le modifiche al Codice della Strada introdotte dal Dl Sicurezza recentemente approvato in via definitiva, ora l’illecito scatterà tutte le volte che si verrà colti a circolare con una targa estera.

Ad annunciare il giro di vite e a spiegare un po’ più nel dettaglio la novità è stato il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Danilo Toninelli, sottolineando, orgoglioso: “Abbiamo inserito nel decreto Sicurezza una norma che, con alcune deroghe, vieta, a chi risiede in Italia da oltre 60 giorni, di circolare sul territorio nazionale con veicoli a targa estera”. Dunque, avverte: “Con noi i furbi non avranno più vita facile. Coloro che violeranno il divieto che abbiamo imposto dovranno pagare una multa salata e, se non si metteranno in regola, si potrà arrivare sino alla confisca del veicolo”.

Multe che potranno arrivare fino a 2.848 euro. 

Ma se il veicolo è in leasing o a noleggio con operatori che non hanno sedi né secondarie né effettive in Italia, non potrà sussistere alcuna limitazione alla circolazione sul territorio italiano.