Tarvisio come Ventimiglia: Italia respinge migranti in Austria sul confine orientale

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 Giugno 2015 19:31 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2015 20:55
Tarvisio come Ventimiglia: Italia respinge migranti in Austria sul confine orientale

Tarvisio come Ventimiglia: Italia respinge migranti in Austria sul confine orientale

UDINE – Tarvisio come Ventimiglia ma a parti invertite. Siamo in Friuli Venezia Giulia, al confine orientale, dove l’Italia sta adottando la linea dura proprio come la Francia sta facendo con noi sul fronte opposto: i migranti che chiedono di oltrepassare la frontiera vengono respinti in Austria e il questore di Udine, Claudio Cracovia, ha dato ordine di controllare ogni auto in entrata.

Il valico italo- austriaco di Tarvisio è infatti da settimane divenuto la porta Nord per i migranti che scelgono la strada lunga dei Balcani invece che imbarcarsi sui barconi che attraversano il Mediterraneo. I passeur, come vengono chiamati coloro che facilitano il trasporto clandestino attraverso il confine, solitamente viaggiano a bordo di veicoli di grossa cilindrata, ad esempio furgoni, ma non solo. Per costoro la polizia ha mandato di procedere ad arresto immediato.

Così è accaduto mercoledì scorso quando una donna italiana, di 53 anni e residente a Imola, è stata arrestata al varco di Tarvisio: a bordo della sua Renault Megane trasportava due cittadini kosovari, di 33 e 30 anni, uno sprovvisto del visto d’ingresso, l’altro richiedente asilo in Germania. La donna è accusata di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, i due saranno invece respinti in Austria.

Già a partire da oggi, mercoledì 17 giugno, alla frontiera italo-austriaca, saranno ripristinati controlli severi. A poche centinaia di km, sul Brennero, accade esattamente il contrario: sono gli austriaci a respingere verso Bolzano i migranti che salgono sui treni diretti in Germania.