Taurianova. Ucciso il cavallo del sindaco: forse intimidazione mafiosa

Pubblicato il 15 Febbraio 2012 10:01 | Ultimo aggiornamento: 15 Febbraio 2012 13:17

TAURIANOVA (REGGIO CALABRIA) – Una bomba ad alto potenziale fatta esplodere davanti ad una stalla ha ucciso il cavallo di proprieta’ del sindaco di Taurianova, Domenico Romeo, di area Udc, eletto con una lista civica nel maggio 2011. Gia’ nel gennaio del 2009, Romeo, che e’ al secondo mandato, era stato vittima di una intimidazione analoga. Allora un suo cavallo fu ucciso a colpi di fucile. Nel 2009 il Consiglio comunale di Taurianova era stato sciolto per sospette infiltrazioni mafiose.

”Sono cose che non dovrebbero accadere e che fanno male a me, ma anche alla mia citta”’. Cosi’ il sindaco di Taurianova, Domenico Romeo, ancora scosso per l’accaduto, ha commentato la bomba fatta esplodere davanti alla stalla in cui tiene i suoi cavalli e che ha provocato la morte di un animale, ”Nerone”, ed il ferimento di un altro.  ”Ma occorre continuare – ha aggiunto – non possiamo fermarci di fronte ad atti cosi’ vili”.    Romeo e’ stato sentito a lungo questa notte dai carabinieri della Compagnia di Taurianova che conducono le indagini.

L’esplosione ha distrutto il box in cui erano custoditi cinque cavalli ed un pony. La deflagrazione ha fatto schizzare le lamiere fino sugli alberi tranciando anche alcuni cavi dell’alta tensione dell’Enel. Nell’azienda agricola di famiglia, dove Romeo custodisce i suoi cavalli, passione che coltiva sin da bambino, stamattina c’e’ stato un viavai di consiglieri comunali, assessori ma anche parenti, giunti a portare la loro solidarieta’. Ad esprimere solidarieta’ sono arrivati anche i sindaci di Scido e di Molochio in rappresentanza dell’associazione dei sindaci della Piana.