Tav: attivisti tolgono i sigilli presidio sequestrato a Chiomonte

Pubblicato il 30 Novembre 2012 0:32 | Ultimo aggiornamento: 30 Novembre 2012 0:30

Ilva, lavori al cantiere di Chiomonte (foto Ansa)

CHIOMONTE (TORINO) – Un gruppo di circa 150 attivisti No Tav ha raggiunto il presidio abusivo del movimento, in località Gravella, a Chiomonte (Torino), sequestrato giovedì mattina su ordine della magistratura. I manifestanti hanno rimosso i sigilli e divelto una grata in ferro che era stata posizionata all’ingresso.

Altri 150 manifestanti hanno invece presidiato il ponte nei pressi della vicina centrale idroelettrica, dove sono stati fronteggiati da agenti in tenuta antisommossa, senza pero’ venire a contatto.