Tav: cominciati in Val di Susa i lavori di ampliamento del cantiere

Pubblicato il 27 Febbraio 2012 9:05 | Ultimo aggiornamento: 27 Febbraio 2012 13:37

CHIOMONTE (TORINO) – Sono cominciati a Chiomonte (Torino) i lavori per l’ampliamento del cantiere per il tunnel geognostico della Tav Torino-Lione. Maestranze della LTF, la societa’ che realizza l’infrastruttura, assistiti dalle forze dell’ordine, stanno installando le reti di recinzione dell’area. Non vi sono stati incidenti.

L’area per la quale e’ in corso la recinzione – si e’ appreso da fonti della Questura di Torino – e’ quella individuata come ”d’interesse strategica nazionale” in base alle indicazioni del Cipe (Comitato Interministeriale per la programmazione economica) e comprende anche la baita della Clarea, luogo simbolo della protesta No Tav che si oppone alla realizzazione della ferrovia.

Proprio la baita, ieri sera, al termine di una riunione del coordinamento del Movimento No Tav, e’ stata raggiunta da una decina di attivisti che – si e’ saputo sempre dalla Questura di Torino – si trovano tuttora sul posto.  Le operazioni delle maestranze della Ltf (Lyon Turin Ferroviarie) si stanno svolgendo senza incidenti e tensioni, con l’assistenza delle forze dell’ordine.