Tav: dal 9 febbraio delegazione del Parlamento europeo in Val Susa

Pubblicato il 6 Febbraio 2012 17:59 | Ultimo aggiornamento: 6 Febbraio 2012 18:00

TORINO, 6 FEB – Una delegazione di parlamentari europei sara' in Valle di Susa il 9 e il 10 febbraio per acquisire informazioni sugli sviluppi della realizzazione della linea ferroviaria ad alta velocita' Torino-Lione. Gli europarlamentari (di tutti gli schieramenti) prenderanno parte ad un incontro con la cittadinanza a Bussoleno (Torino) la sera del 9, e il 10 visiteranno l'area di Chiomonte (presidiata dalle forze dell'ordine) in cui sono previsti i lavori per un tunnel preparatorio.

A diffondere la notizia e' il movimento No Tav. ''La visita – spiega un esponente dei comitati, Paolo Prieri – e' da mettere in relazione alla lettera che, lo scorso 9 novembre, 24 europarlamentari indirizzarono ai presidenti Van Rompuy, Barroso e Buzek contro la militarizzazione di quello che per noi e' 'il non cantiere' di Chiomonte. La zona e' stata dichiarata 'di interesse strategico' e, adesso, la delegazione acquisira' le sue informazioni ed esaminera' in modo approfondito la questione, che riguarda il rispetto dei diritti costituzionali dei cittadini''.

Al sopralluogo a Chiomonte prenderanno parte, oltre agli europarlamentari (che dovrebbero essere sei), anche dei consiglieri regionali di Piemonte e Rhone-Alps piu' un gruppo di avvocati, studiosi, ricercatori per un totale di una trentina di persone.

Nel pomeriggio del 10 sono previsti incontri di carattere istituzionale. I parlamentari hanno chiesto di potersi confrontare con il governatore, Roberto Cota, il presidente della Provincia di Torino, Antonio Saitta, il sindaco di Torino, Piero Fassino.