Teatro dell’Opera di Roma, festa con dj e musica techno. Orchestrali indignati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 ottobre 2014 12:22 | Ultimo aggiornamento: 13 ottobre 2014 12:23
Teatro dell'Opera di Roma, festa con dj e musica techno. Orchestrali indignati

Il Teatro dell’Opera di Roma

ROMA – Festa con dj e musica techno al Teatro dell’Opera di Roma proprio nel giorno del compleanno di Giuseppe Verdi. Dopo l’addio del direttore musicale Riccardo Muti e il licenziamento di coro e orchestrali ecco il colpo di grazia a quello che avrebbe dovuto essere la casa della lirica a Roma.

Venerdì 10 ottobre il teatro è stato affittato per un party promozionale di una nota casa di moda. Proprio il 10 ottobre, però, era anche l’anniversario della nascita di Verdi. E la coincidenza non è proprio andata giù ai dipendenti licenziati pochi giorni fa.

Scrive Fabio Morbidelli sulla pagina Facebook Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma: 

“Non siamo “infuriati” per la festa in Teatro, non è la prima volta che si fanno delle manifestazioni esterne in Teatro e non sarà nemmeno l’ultima volta, non è questo il problema, sono scelte che non sta a noi discutere. A noi le feste piacciono! Il problema è che la “festa” la fanno a noi che dovremmo essere l’anima della festa. Siamo infuriati perché vogliono fare la festa senza di noi”.

Stesso concetto ribadito in un altro post:

“Il Teatro ha deciso di ricordare il grande maestro non con una sua opera, cantata e suonata dai musicisti stabili del teatro (licenziati), bensì con una serata tipo discoteca con musica tecno occupando il palcoscenico e il golfo mistico ( la buca in cui suona l’orchestra, ndr ) libero per l’occasione”.

E ancora:

“l luogo dove si è svolta la serata è stato un colpo al cuore, è come aprire un casino in un luogo sacro”.