Telecom, ex manager Ruggiero e Buora patteggiano: 2,5 mln e zero responsabilità

Pubblicato il 13 settembre 2012 20:06 | Ultimo aggiornamento: 13 settembre 2012 20:44
Riccardo Ruggiero

Riccardo Ruggiero (Foto Lapresse)

MILANO – Telecom ha deciso di accettare la proposta dei legali di Riccardo Ruggiero sulle sue responsabilità nelle vicende delle sim false e dello spionaggio. Anche per Ruggiero, come già per Carlo Buora, verrà proposta una conciliazione. Per Ruggiero la transazione proposta è da 1,5 milioni di euro, per Buora da 1 milione.

Sul tavolo del Consiglio di amministrazione è arrivata la proposta dei legali dell’ex ad Riccardo Ruggiero di una transazione generale e omnicomprensiva. In cambio di 1,5 milioni di euro Telecom metterà una pietra sull’operato di Ruggiero e su ogni sua possibile responsabilità sia come direttore generale sia come amministratore delegato, e rinuncerà a costituirsi parte civile nel procedimento penale relativo alle carte prepagate.

Ai soci, a cui comunque spetterà comunque l’ultima parola, verrà proposta l’approvazione di una transazione generale anche con l’ex amministratore esecutivo Buora (per il quale la parte penale è stata archiviata) per la somma di un milione di euro.

Per entrambi ”in via subordinata, in caso di mancata approvazione della proposta di transazione o comunque di voti contrari in misura pari o superiore al 5% del capitale sociale, l’approvazione dell’esercizio dell’azione sociale di responsabilità”.

Sempre oggi, 13 settembre, il Cda ha nominato Piergiorgio Peluso responsabile della Direzione Administration, Finance and Control. Entro fine mese Peluso subentrerà nella carica ad Andrea Mangoni, nominato direttore generale per le attività del gruppo in Sud America.