Telefona in diretta a Radio Globo: “Sto per buttarmi sotto la metro. Mi sono indebitato per curare mia figlia”

Pubblicato il 16 maggio 2019 14:02 | Ultimo aggiornamento: 16 maggio 2019 14:02
Telefona in diretta a Radio Globo: "Sto per buttarmi sotto la metro. Mi sono indebitato per curare mia figlia"

Telefona in diretta a Radio Globo: “Sto per buttarmi sotto la metro. Mi sono indebitato per curare mia figlia”

ROMA – “Sto per buttarmi sotto la metropolitana, per curare mia figlia mi sono indebitato”. Ha detto così agli speaker del Morning Show di Radio Globo. L’uomo, 48 anni e padre di una bambina disabile al 100 per cento, si trovava alla stazione metro di Battistini, capolinea della linea rossa a Roma. Fortuna che non hanno creduto che fosse il solito mitomane: è stato Federico De La Vallèe, storico conduttore della trasmissione, a salvargli la vita. Si è precipitato sul posto e ha incontrato l’aspirante suicida che in lacrime gli ha raccontato la sua storia. 

“Sono disperato – gli ha detto – Mia figlia è nata con una grave menomazione celebrale e i soldi per le cure non bastano più. Non ci sono più i fondi pubblici per curarla. Preferisco morire”.

Le istituzioni, il comune di Aprilia dove l’uomo vive con la figlia, sembrano averlo abbandonato. Ai continui appelli del padre non hanno mai risposto. Lui, operatore socio sanitario precario, con settecento euro al mese non ce la fa. Si è indebitato per 2.500 euro chiesti ad amici e parenti. 

Poco dopo in via Battistini sono arrivati gli uomini del commissariato Primavalle. Gli agenti sono riusciti a convincerlo a desistere dal suo intento e lo hanno affidato ai servizi sociali del comune di Aprilia. (Fonte: Radio Globo)