Teolo, a scuola no piercing, minigonne, cellulari accesi. No note, ma pulisci

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 settembre 2014 18:38 | Ultimo aggiornamento: 4 settembre 2014 18:39
Teolo, a scuola no piercing, minigonne, cellulari accesi. No note, ma pulisci

Teolo, a scuola no piercing, minigonne, cellulari accesi. No note, ma pulisci

TEOLO (PADOVA) – Niente piercing, niente minigonne, niente cellulari accesi. E niente note: meglio pulire la scuola o riordinare la biblioteca. Sono queste alcune delle linee contenute nel codice di comportamento approvato all’istituto comprensivo di Teolo, provincia di Padova.

Spiega Lucio Piva sul Gazzettino:

Attività socialmente utili spese a scuola, come riordinare i libri della biblioteca o pulire delle aree esterne. Divieto assoluto di tenere accesi i cellulari in orario didattico. E messa al bando di abbigliamenti più degni di una spiaggia che di un’aula scolastica. Via quindi minigonne, shorts, canotte, piercing. E niente ombelichi al vento.

Se educare è meglio che punire, ecco allora il senso delle misure alternative alle sanzioni.

Piva va poi nel dettaglio:

Falsificazioni di firme, giochi aggressivi o pericolosi, linguaggio volgare od offensivo, normalmente punibili con la sospensione dalle lezioni, potranno essere “scontate” con servizi di riordino e risistemazione della scuola. Su alcune mancanze tuttavia, la scuola non scherzerà. Ingiuriare gli insegnanti, commettere violenze contro le persone, compiere furti e danneggiamenti delle attrezzature didattiche, comporteranno la denuncia all’autorità giudiziaria. Bulli e bulletti, dunque sono avvertiti. Ma con loro anche quanti sono convinti che la scuola non sia una cosa seria. Non è un caso che il codice disciplinare approvato dal Consiglio di Istituto di Teolo, trovi il pieno plauso del Comune.