Terremoto L’Aquila. A Cansatessa casette da 1300 € mq puzzolenti e già rottamate

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Aprile 2014 13:00 | Ultimo aggiornamento: 4 Aprile 2014 13:01
Teremoto L'Aquila. A Cansatessa casette da 1300 € mq. puzzolenti e già rottamate

Teremoto L’Aquila. A Cansatessa casette da 1300 € mq. puzzolenti e già rottamate

ROMA – Teremoto L’Aquila. A Cansatessa casette da 1300 € mq. puzzolenti e già rottamate. A due passi da Coppito, uno degli epicentri del sisma aquilano di 5 anni fa, spuntò con sorprendente celerità il “villaggio modello” di Cansatessa, quello delle lenzuola cifrate e dello spumante in frigo. A 5 anni di distanza il villaggio è una città morta, le casette nemmeno buone per la rottamazione perché si sono portati via tutti i sanitari e le suppellettili raccattabili, il fetore emanato dal legno scadente, la puzza di rancido della mobilia scoraggiano la presenza di umani. “Mobili e materassi lasciati lì: facevano schifo anche agli sciacalli” commenta amaro Gian Antonio Stella sul Corriere della Sera.

E dire che le casette della speranza costavano la bellezza di 1300 euro al mq (la Corte dei Conti europea ha denunciato la corruzione nel processo di ricostruzione), offrirono un riparo sicuro dal rigido inverno abruzzese a 103 famiglie disperate. Oggi possono dire di essere state sfollate due volte. E quanto al conto, il confronto con il contributo per ristrutturare le case di pietra è deprimente: quelle di cartongesso, ferro e legno 1300 euro a metro quadro per durare forse una stagione integre (in questi pochi anni chi ci ha abitato ha dovuto combattere con bronchiti, asme ecc..), quelle di pietra in media 900 euro per resistere nei secoli (incrociando le dita).