Termini Imerese, operai indotto Fiat occupano anche la Serit

Pubblicato il 11 Maggio 2012 11:16 | Ultimo aggiornamento: 11 Maggio 2012 12:06

PALERMO – Un gruppo di circa cinquanta operai dell'indotto Fiat ha occupato anche la filiale della Serit, la società esattoriale siciliana, a Termini Imerese alta. Le tute blu protestano da tre giorni per chiedere l'attuazione dell'accordo di programma quadro per il rilancio del polo industriale termitano, dove lo stabilimento del Lingotto è fermo dal primo gennaio e il passaggio alla Dr Motor di Massimo Di Risio non si è ancora perfezionato.

Sono 2200 i lavoratori in cassa integrazione, tra questi circa 600 sono 'esodati'. ''Resteremo qui – dice Michele Russo della Fim Cisl della Bienne Sud, ditta dell'indotto Fiat – fino a quando non avremo risposte, le istituzioni non possono abbandonarci in questo modo, vogliamo risposte''. Resta occupata anche la filiale dell'Agenzia delle Entrate, che si trova a Termini bassa.