Terremoti a Roma, l’Ingv: “Il vulcano Laziale sui Colli Albani è ancora attivo”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Agosto 2020 16:10 | Ultimo aggiornamento: 30 Agosto 2020 16:10
Terremoti a Roma, vulcano Laziale sui Colli Albani

Terremoti a Roma, l’Ingv: “Il vulcano Laziale sui Colli Albani è ancora attivo”

Dietro i terremoti che in questi giorni hanno messo in allarme gli abitanti dei Castelli Romani ci sarebbe un vulcano attivo, che si trova sui Colli Albani. 

Il vulcano Laziale, sul quale posano da secoli i Castelli Romani (Roma) è attivo seppur senza eruzioni da millenni. Si stima che le ultime eruzioni significative siano vecchie di 35mila anni.

Negli ultimi giorni, nella zona del vulcano, si sono registrate una decina di scosse di terremoto.

La più forte, di magnitudo 3.0, è stata quella d’apertura, registrata venerdì 28 agosto con epicentro a Lariano.

Poi ne sono arrivate altre con magnitudo superiore a 2. 

Un segno, secondo gli esperti dell’INGV, di un graduale riempimento della camera magmatica. 

Secondo Carlo Doglioni, presidente dell’Ingv interpellato dal Messaggero, “sono scosse che servono a ricordarci che anche l’area dei Castelli Romani è da considerarsi a rischio sismico, come del resto lo è buona parte del nostro paese. Sono avvenute propria su un vulcano che conosciamo bene e che è attivo, Colli Albani: è possibile quindi che il terremoto sia riconducibile all’attività all’ interno del condotto magmatico, quel cilindro che si trova sotto un’ area che attraversa Frascati, Velletri e Rocca di Papa”. 

“Oltre alla sismicità del vulcano laziale, ci sarebbe anche quella che deriva dalla tettonica. Lungo la fascia che va da Frosinone a Tivoli c’è infatti una faglia sismica attiva” aggiunge Doglioni.

“Maggiore è la profondità, minori sono i danni che può causare”, spiega ancora l’esperto. (fonte IL MESSAGGERO