Terremoti Marsica, sciame sismico tra Balsorano e Pescosolido: scuole chiuse

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Novembre 2019 11:43 | Ultimo aggiornamento: 7 Novembre 2019 11:43
Terremoti Marsica, sciame sismico tra Balsorano e Pescosolido

Terremoti Marsica, epicentro dello sciame sismico tra Balsorano e Pescosolido (Fonte INGV)

L’AQUILA – Sciame sismico nella Marsica nella notte tra 6 e 7 novembre. Una serie di terremoti è stata registrata tra Balsorano, in provincia de L’Aquila, e Pescosolido, in provincia di Frosinone, il più forte di magnitudo del 2.8. Il sindaco di Balsorano, Antonella Buffone, ha disposto la chiusura delle scuole in via precauzionale.

La rete di monitoraggio sismico dell’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia, INGV, ha registrato una serie di eventi sismici di lieve entità al confine tra Lazio e Abruzzo che sono stati distintamente avvertiti dalla popolazione. La prima scossa si è verificata alle 22.53 di mercoledì con magnitudo del 2.2, poi altri eventi sono stati registrati all’1,13 di giovedì con magnitudo del 2.8 e alle 4,39 del mattino con magnitudo del 2.5.

I terremoti si sono verificati nello stesso epicentro, entro 10 chilometri dai comuni di Balsorano, Pescosolido, Sora, Campoli Appennino, Broccostella, San Vincenzo Valle Roveto e Villavallelonga. Al momento non si registrano danni a cose o persone, ma in via precauzionale il sindaco di Balsorano, Antonella Buffone, ha disposto la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado causa dello sciame sismico in atto. (Fonte ANSA e INGV)