Terremoto Abruzzo/ I morti sono più di 200, Obama offre aiuto a Berlusconi

Pubblicato il 7 Aprile 2009 16:02 | Ultimo aggiornamento: 7 Aprile 2009 19:39

aquila_citta_fantasma1

A più di 36 ore dalla scossa che ha fatto tremare l’Abruzzo e tutto il centro Italia, il conto delle vittime è salito a 228. Di queste, 17 non hanno ancora un’identità. Ancora 50 le persone che risultano disperse. Gli sfollati sono 25 mila mentre fra i palazzi distrutti si scava ancora.

L’ultimo morto accertato è uno studente ciociaro di 24 anni. È stato estratto poco prima delle 16 dalle macerie di una palazzina vicino alla Casa dello Studente all’Aquila. Si chiamava Armando Graziani.

Intanto il premier Silvio Berlusconi, che ha detto no agli aiuti dall’estero, ha ricevuto una telefonata da Obama in cui il presidente americano ha offerto la disponibilità degli Usa «per qualunque esigenza». Il Cavaliere ha subito rilanciato: «Se gli Stati Uniti vorranno dare un segno tangibile della loro vicinanza all’Italia potranno prendersi la responsabilità della ricostruzione dei beni culturali e delle chiese»