Terremoto Bologna: scuole chiuse fino a lunedì

Pubblicato il 30 Maggio 2012 19:13 | Ultimo aggiornamento: 30 Maggio 2012 20:54

BOLOGNA – A Bologna le scuole resteranno chiuse anche domani e venerdi'. Lo ha deciso il sindaco Virginio Merola, spiegando che sono necessarie ulteriori verifiche dopo le pesanti scosse di questi giorni. Il provvedimento riguarda i nidi comunali, le materne comunali e statali, le primarie e le secondarie di primo e secondo grado statali nel territorio comunale di Bologna ma non le scuole private (paritarie e non). Per questo l'amministrazione ha anche invitato i gestori ''a effettuare tutte le verifiche necessarie a garantire la sicurezza delle persone prima dell'eventuale ripresa delle attivita'''.

La scelta di tenere chiuse le scuole dipende, ha sottolineato in una nota il sindaco, dal principio di precauzione e di tutela dell'incolumita' dei bambini e dei lavoratori: ''Ben comprendendo i disagi di organizzazione familiare che puo' comportare la chiusura delle scuole – ha scritto Merola – faccio un forte appello a tutti i datori di lavoro affinche', in questi giorni, tengano un atteggiamento di massima disponibilita' nei confronti delle lavoratrici e dei lavoratori per consentire loro una piu' semplice conciliazione dei tempi di vita e di lavoro''.

Lo stesso che Merola ha gia' chiesto ai dirigenti del Comune, per poi ringraziare i tecnici, la Protezione Civile, la Polizia municipale, le forze dell'ordine e ''i bolognesi che, ancora una volta, hanno dimostrato di saper affrontare l'emergenza in citta' e al contempo aver offerto la disponibilita' in vari modi, sin da subito, nei confronti dei territori maggiormente colpiti dal sisma''.