Terremoto in Emilia, la Commissione grandi rischi l’aveva previsto, ma….

Pubblicato il 6 Giugno 2012 14:30 | Ultimo aggiornamento: 6 Giugno 2012 14:36

Il verbale tratto dal Giornale

MODENA – La Commissione Grandi Rischi aveva avvertito, nero su bianco, che in Emilia ci sarebbero potuti essere altri terremoti forti. La constatazione era presentata in un verbale pubblicato dal Giornale.

Questo verbale, riporta il quotidiano, è stato stilato il 28 gennaio 2012, dopo le scosse del 25 e 27 gennaio tra Verona, Reggio Emilia e Parma.

La Commissione aveva segnalato “possibili eventi nelle stesse aree, ma a profondità più superficiali che avrebbero un’area di risentimento più ridotta e danni potenziali più gravi”.

Gli stessi commissari raccomandavano, nel verbale, di “continuare le verifiche strutturali, con particolare riguardo agli edifici di interesse pubblico e alle infrastrutture”, di “fare un’opera di sensibilizzazione dei cittadini allo scopo di aumentare le verifiche strutturali negli edifici privati”, dedicare particolare attenzione alla sicurezza degli elementi non strutturali” (come lampadari, controsoffitti, cornicioni,…) “che anche per terremoti di bassa intensità possono creare danno alla popolazione”, di “continuare le procedure di protezione civile e le esercitazioni di evacuazione in tutta l’area interessata dallo scuotimento dei recenti eventi”.