Terremoto tra Genova e Piacenza: scossa 3.2 poco dopo la mezzanotte

di redazione Blitz
Pubblicato il 27 novembre 2018 1:23 | Ultimo aggiornamento: 27 novembre 2018 19:16
Terremoto tra Genova e Piacenza: scossa 3.2 dopo la mezzanotte

Terremoto tra Genova e Piacenza: scossa 3.2 dopo la mezzanotte

GENOVA – Una scossa di terremoto di magnitudo 3.2 della scala Richter è stata registrata, quattro minuti dopo la mezzanotte, tra le province di Piacenza e Genova.

Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 8 km di profondità ed epicentro a 2 km da Ferriere (Piacenza) e a 12 da Santo Stefano d’Aveto (Genova). La scossa è stata avvertita chiaramente dalla popolazione sull’Appennino al confine tra Emilia, Toscana e Liguria, in particolare nella val di Taro, a Parma e a La Spezia.

Questi i comuni, in un raggio di 20 chilometri dall’epicentro, interessati dal sisma: in primis Ferriere, l’epicentro, dove gli abitanti sono stati svegliati nel sonno, quindi, Farini, Santo Stefano d’Aveto, Corte Brugnatella, Coli, Cerignale, Ottone, Bettola, Bardi, Morfasso, Rezzoaglio, Bobbio, Bedonia, Zerba, Gorreto, Tornolo e Compiano.

Non si segnalano al momento danni a persone o cose. Riemergono però i timori e le paure nelle due regioni, già fortemente provate negli anni scorsi da fenomeni sismici rilevanti. Non sono lontani i ricordi del terremoto che colpì il modenese nel 2012 e gli stessi disastri ambientali che si sono accaniti sulle Cinque Terre nel 2011 e ancora più recentemente sulla costa ligure.