Terremoto Marche: due lievi scosse 2.7 e 3.1 tra Fermo e Macerata

di redazione Blitz
Pubblicato il 20 aprile 2019 8:11 | Ultimo aggiornamento: 20 aprile 2019 8:11
Terremoto Marche: 2 scosse 2.7 e 3.1 tra Fermo e Macerata

Terremoto Marche: 2 scosse 2.7 e 3.1 tra Fermo e Macerata

MACERATA – Risveglio movimentato per gli abitanti delle Marche, sorpresi all’alba del Sabato Santo da due lievi scosse di terremoto.

La prima alle 6:05 è stata registrata in provincia di Macerata. Secondo le rilevazioni dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) il sisma ha avuto una magnitudo di 2.7.

Alle 6:25 una seconda scossa, più forte, di magnitudo 3.1 è stata avvertita nella provincia di Fermo. L’Ingv ha individuato l’epicentro dell’evento sismico a 23 km di profondità e a 2 km da Santa Vittoria in Matenano. 

Anche lo scorso fine settimana due lievi scosse sono tornate a scuotere il Centro Italia. La prima alle 23.15 di domenica 14 aprile nelle Marche. La seconda alle prime luci dell’alba di lunedì 15 aprile, nella provincia di Siena.

Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il primo sisma ha avuto ipocentro a 10 km di profondità ed epicentro a 6 km da Camerino (Macerata), vicino ai comuni di Caldarola e Cessapalombo. La scossa è stata di magnitudo di 3. Per fortuna ieri come oggi non ci sono stati danni a persone o cose. (Fonte: Ansa)