Terremoto a Milano: crepe a scuola a Garbagnate, scosse al Pirellone

Pubblicato il 27 Gennaio 2012 17:45 | Ultimo aggiornamento: 27 Gennaio 2012 17:45

MILANO – Una nuova scossa di terremoto si è fatta sentire a Milano: dopo quella di mercoledì 25, alle 9 di mattina, con magnitudo 4.9, venerdì 27 la scossa è stata anche peggiore, di magnitudo 5.4.

Non risultano danni a persone o cose, ma la paura c’è stata. La scossa è stata avvertita distintamente negli edifici, non solo ai piani alti. Alcuni uffici sono stati evacuati perché è scattato immediatamente il piano di sicurezza messo a punto dalle ditte.

Al centralino dei vigili del fuoco sono arrivate moltissime telefonate, ma nessuno ha segnalato danni.  Gli uomini del 115 stanno effettuando i controlli del caso, ma non vi sarebbero danni né a Milano città né in provincia. “Stiamo ricevendo moltissime chiamate di persone spaventate che vogliono essere rassicurate e capire cosa è successo esattamente”, spiegano dal Comando. “Si tratta soprattutto di scuole, di dirigenti scolastici”.

Ai vigili del fuoco non risultano evacuazioni delle scuole ancora aperte nel pomeriggio, soprattutto gli asili, ma non escludono che gli istituti abbiano deciso autonomamente. In provincia a Garbagnate Milanese è stata evacuata una scuola materna per le crepe in un muro.

La scossa è stata avvertita anche al Pirellone, il palazzo della Regione: “Questa scossa era più forte di quella dei giorni scorsi”, ha commentato il presidente Roberto Formigoni, “la protezione civile si è subito allertata”.