Terremoto in Romagna causato dalla placca dell’Adriatico. Come quello di Rimini del 2018

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 gennaio 2019 15:02 | Ultimo aggiornamento: 15 gennaio 2019 15:37
Terremoto in Romagna causato dalla placca dell'Adriatico. Come quello di Rimini

Terremoto in Romagna causato dalla placca dell’Adriatico. Come quello di Rimini (Ansa)

BOLOGNA – Il terremoto di magnitudo 4.3 che nella notte tra lunedì e martedì 15 gennaio ha colpito la Romagna, con epicentro ad 11 chilometri da Ravenna, è collegato a quello di magnitudo 4.2 che si è verificato nella provincia di Rimini il 18 novembre 2018: entrambi sono stati generati dallo stesso meccanismo geologico nel quale “la Placca Adriatica sta scendendo al di sotto dell’Appenino. Non c’è alcun collegamento, invece, con la sequenza sismica dell’Italia Centrale”: lo ha spiegato all’ANSA il presidente dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), Carlo Doglioni.

Il fenomeno geodinamico alla base di questi terremoti, ha aggiunto Doglioni, “ha generato anche i terremoti dell’Emilia Romagna del 2012″. Per quanto riguarda la faglia, invece, ancora non è nota quella coinvolta in quest’ultimo terremoto: “E’ una struttura che non emerge, in quanto il terremoto si è verificato a una profondità di 25 chilometri”, ha osservato Doglioni.

Il sisma di questa notte è avvenuto in una zona ad alta pericolosità sismica, sotto la quale “passa il fronte della catena appenninica sepolta sotto la parte meridionale della Pianura Padana”, ha spiegato il presidente dell’Ingv. Si tratta, ha aggiunto, di “una struttura geologicamente attiva dal punto di vista sismico, caratterizzata da strutture di faglie che fanno avanzare l’Appenino verso il mare Adriatico”.