Terremoto San Giuliano: condanne ridotte per il crollo della scuola. Morirono 27 bambini

Pubblicato il 6 Dicembre 2010 17:12 | Ultimo aggiornamento: 6 Dicembre 2010 17:26

Pene ridotte dalla Corte d’Appello di Salerno per due imputati condannati per il crollo della scuola di San Giuliano di Puglia (Campobasso), in cui morirono 27 bambini e una maestra: Giuseppe La Serra (progettista e direttore dei lavori) e Mario Marinaro (responsabile della pratica per la sopraelevazione della scuola) si sono visti abbassare la condanna a cinque anni di reclusione.

Il verdetto del 6 dicembre si era reso necessario dopo che la Cassazione, nello scorso gennaio, aveva chiesto una rimodulazione delle condanne di secondo grado inviando il fascicolo alla Corte d’Appello di Salerno: nel primo processo di appello, davanti alla Corte di Appello di Campobasso, a La Serra e Marinaro erano stati inflitti sei anni e 10 mesi di reclusione. E’ stata invece confermata invece la condanna a cinque anni per gli imprenditori Carmine Abiuso e Giovanni Martino. Alle condanne vanno tolti tre anni per effetto dell’indulto.

I giudici hanno anche revocato l’interdizione perpetua dai pubblici uffici per tutti e quattro gli imputati; resta l’interdizione per cinque anni dalle professioni per tutti tranne che per Marinaro. Entro 60 giorni si conosceranno le motivazioni della sentenza, poi i legali potranno decidere se proporre un nuovo ricorso in Cassazione.

[gmap]