Terremoto Sicilia: scossa di magnitudo 3.3 al largo di Siracusa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Aprile 2020 7:57 | Ultimo aggiornamento: 11 Aprile 2020 7:57
Terremoto Sicilia 10 aprile: scossa di magnitudo 3.3 al largo di Siracusa

Terremoto Sicilia: scossa di magnitudo 3.3 al largo di Siracusa (Foto d’archivio Ansa)

ROMA – Una scossa di terremoto di magnitudo 3.3 è stata registrata alle 23:52 di venerdì 10 aprile davanti alla costa sudorientale della Sicilia, al largo di Siracusa.

Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 19 km di profondità ed epicentro 80 km a sud del capoluogo siciliano. Non si segnalano danni a persone o cose.

Terremoto a Pozzuoli due giorni prima

Una scossa di terremoto di magnitudo 2.9 è stata registrata la notte dell’8 aprile, alle 2:50, dalla Sala Sismica dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) in provincia di Napoli. 

L’epicentro è stato a Pozzuoli, ma la scossa è stata avvertita indistintamente in tutto il territorio flegreo e anche a Napoli, dai quartieri di Bagnoli, Pianura, fino a Posillipo e al Vomero. Sono stati soprattutto i cittadini che abitano ai piani alti ad avvertire il sisma.

Numerose le segnalazioni sui social network da parte dei residenti della zona. La scossa ha interessato l’area vulcanica dei Campi Flegrei, in particolare la Solfatara, a Pozzuoli, ed è stata nitidamente avvertita, soprattutto ai piani alti, dai cittadini residenti nei quartieri napoletani di Bagnoli, Fuorigrotta, Pianura, Soccavo, Vomero e Posillipo, e nei vicini comuni di Pozzuoli e Quarto.

Scossa durata durata diversi secondi e, stando alle testimonianze dei cittadini, è stata “molto forte” anche perché avvenuta a una profondità molto bassa (appena 2 chilometri). Fortunatamente non ci sono stati danni a persone o cose. (Fonti: Ingv e Ansa).