Terremoto, suicidio a Camporotondo (Macerata): meccanico rimasto senza casa si impicca nel bosco

di Alessio Rossini
Pubblicato il 20 dicembre 2016 9:42 | Ultimo aggiornamento: 20 dicembre 2016 9:42
Terremoto, suicidio a Camporotondo (Macerata): meccanico rimasto senza casa si impicca nel bosco

Terremoto, suicidio a Camporotondo (Macerata): meccanico rimasto senza casa si impicca nel bosco

Sfollato dopo il terremoto del 24 agosto si toglie la vita. È successo a Camporotondo di Fiastrone (Macerata), poco dopo le 19 di domenica 18 dicembre. L’uomo, un meccanico di 62 anni, si è impiccato ad una quercia. A dare l’allarme è stata la moglie, che non lo ha trovato rientrando a casa e che subito si è preoccupata perché l’uomo soffriva già uno stato di disagio, ulteriormente peggiorato dopo il terremoto. Dopo che la coppia era stata costretta ad abbandonare la propria casa, resa inagibile dal sisma.

Marito e moglie erano stati immediatamente ospitati a casa di un parente, ma questo non aveva attenuato la disperazione del meccanico sessantaduenne, che ha approfittato di un momento in cui era rimasto da solo per allontanarsi nel bosco di Camporotondo e impiccarsi ad una quercia.