Terrorismo, governo schiera 4800 militari a guardia di target sensibili

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 febbraio 2015 16:09 | Ultimo aggiornamento: 17 febbraio 2015 16:09
Terrorismo, governo schiera 4800 militari a guardia di target sensibili

Il ministro dell’Interno, Angelino Alfano

ROMA – 4800 militari schierati in tutta Italia a guardia dei cosiddetti “obiettivi sensibili”. Questo il piano del ministro dell’Interno, Angelino Alfano, per fronteggiare eventuali attacchi tettoristici e i nuovi rischi derivanti dall’escalation della crisi libica

Il Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza, convocato per martedì sera alle 20, valuterà l’attuazione del piano, voluto dal governo, di estendere il numero di militari dislocati sul territorio: 1800 in più rispetto agli attuali 3.000.

Nella nota diramata dal ministero dell’Interno si legge che:

“Il contingente assicurerà, in forma ampliata, la prosecuzione dell’operazione “Strade sicure” anche in relazione alle nuove esigenze contro il terrorismo”.

Lo scorso 10 febbraio il Consiglio dei ministri aveva già approvato un provvedimento d’urgenza contenente regole più severe per la lotta al terrorismo internazionale. L’innalzato livello di allarme, inizialmente dovuto agli attentati di matrice islamica dello scorso mese a Parigi, è ora una risposta obbligata in seguito alla minaccia “Siamo a Sud di Roma” contenuta in un video dell’Isis che mostra la decapitazione di 21 egiziani copti. Forti misure di sicurezza sono state previste soprattutto per la città di Roma.