Test “scorretti” sull’influenza suina: prima class action in Italia

Pubblicato il 28 Dicembre 2010 19:27 | Ultimo aggiornamento: 28 Dicembre 2010 19:27

Per la prima volta in Italia un Tribunale ha dichiarato ammissibile una class action:si tratta dell’azione collettiva avviata lo scorso anno dal Codacons contro la Voden Medical Instruments Spa, ideatrice e distributrice del test “Ego test Flu”, relativo alla rilevazione della presenza dell’influenza A e B, compresa quella suina e aviaria. Lo rende noto l’avvocato del Codacons Marco Ramadori.

Il dispositivo è stato emesso dall’ottava sezione civile del Tribunale di Milano, Presidente Perozziello, e fa chiaro riferimento all’art. 140 bis, comma 2 lettera c del Codice del Consumo, che tutela “i diritti identici al ristoro del pregiudizio derivante agli stessi consumatori e utenti da pratiche commerciali scorrette o da comportamenti anticoncorrenziali”.

Secondo il Tribunale, riferisce Codacons, la Voden Medical potrebbe essere condannata a risarcire gli acquirenti del test fai da te contro l’influenza suina, “per aver messo in atto pratiche commerciali scorrette consistenti in una pubblicità del prodotto con enfatizzazione di qualità e caratteristiche che invece il prodotto non possedeva”.

”Tali pratiche – continua l’associazione a tutela dei consumatori – hanno infatti convinto numerosi consumatori ad acquistare un tipo di prodotto sul quale lo stesso Ministro della Salute Fazio, a suo tempo, dichiarò: ‘I test a casa non servono a niente, l’unica diagnosi affidabile è quella del medico”.

”Il Codacons, soddisfatto per l’innovativa sentenza che apre ora la strada a possibili risarcimenti in favore degli utenti – ha concluso il comitato – invita i cittadini che hanno acquistato il prodotto in questione a contattare l’associazione per ottenere informazioni circa le procedure da seguire”.