Ragazza violentata a Testaccio, il racconto: “Si è abbassato i pantaloni e mi ha costretto ad un rapporto”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Luglio 2020 10:11 | Ultimo aggiornamento: 23 Luglio 2020 10:11
Ragazza violentata a Testaccio

Ragazza violentata a Testaccio, il racconto: “Si è abbassato i pantaloni e mi ha costretto ad un rapporto” (foto ANSA)

Una ragazza di 19 anni è stata violentata da un uomo di 50 anni, in pieno giorno, a Testaccio: “Si è abbassato i pantaloni costringendomi ad un rapporto orale”.

La ragazza era appena uscita dal supermercato Pewex in Piazza Testaccio, quando l’uomo, un dipendente del negozio, ha deciso di seguirla e abusare di lei.

Il 50enne le si è avvicinato con una scusa, poi l’ha costretta con la forza a seguirla in un vicolo dove, dietro alle sedie accatastate di una pizzeria, l’ha costretta a un rapporto orale.

L’uomo ha poi tentato di avere un rapporto completo ma in quel momento la ragazza è riuscita a fuggire e ha chiesto aiuto.

Sul posto sono intervenute due volanti della Polizia di Stato, che sono riuscite a raggiungere l’uomo e ad arrestarlo.

La ricostruzione

A ricostruire i drammatici attimi sono Marco De Risi e Camilla Mozzetti per “il Messaggero.

Il 50enne si è abbassato i pantaloni costringendola a un rapporto orale prima di tentare anche un rapporto completo.

La ragazza è riuscita a fuggire, a gridare, un testimone confermerebbe le sue parole anche se altri residenti ricostruiscono lo scenario di una molestia in strada avvenuta senza rapporti.

La 20enne è corsa via, si è rifugiata nel bar dove lavora da qualche tempo: “Mi ha preso di forza non sono riuscita a liberarmi”.

Poco dopo è stata accompagnata all’ospedale San Camillo dove è stata sottoposta a tutti i controlli e le analisi di rito, tamponi compresi i cui esiti arriveranno nei prossimi giorni.

L’uomo intanto si stava dirigendo verso il supermercato quando è stato bloccato prima da alcuni cittadini e poi dagli agenti di polizia.

Con precedenti alle spalle, una moglie e due figli, è stato arrestato per tentata violenza sessuale e condotto nel carcere di Regina Coeli.

Il 50enne, di Acilia, poco prima dell’arrivo delle Volanti ha rischiato di essere linciato in piazza e, pure quando stava salendo a bordo dell’auto, qualcuno si è scagliato contro la vettura. (fonte IL MESSAGGERO)