Tiziana Mangano morta a 30 anni trafitta da un guard rail: 4 indagati. La procura: “Era irregolare”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 maggio 2018 13:02 | Ultimo aggiornamento: 16 maggio 2018 13:02
Tiziana Mangano morta a 30 anni trafitta da un guard rail: 4 indagati. La procura: "Era irregolare"

Tiziana Mangano morta a 30 anni trafitta da un guard rail: 4 indagati. La procura: “Era irregolare”

MILANO – Tiziana Mangano, 30 anni, di Cinisello Balsamo, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,Ladyblitz – Apps on Google Play] è morta il 3 febbraio de 2017 dopo essere rimasta incastrata con la sua Cinquecento sotto il doppio guardrail centrale della tangenziale est, all’altezza di Rogoredo. Tiziana Mangano fu trovata in gravissime condizioni dentro la sua auto con un pezzo di guard rail conficcato nel corpo.

La procura aprì un’inchiesta per omicidio colposo a carico di ignoti, ma ora le indagini hanno portato il pm a chiedere il rinvio a giudizio per quattro persone: tre dipendenti comunali di Milano (tra cui un geometra) e il direttore tecnico dell’impresa che fece i lavori.

Secondo la procura il guard rail era irregolare, montato male nel momento dell’installazione e mai sistemato successivamente.

Lei cosa crede che sia accaduto?
“Io so – dice il fratello di Tiziana – quello che dice l’automobilista che si trovava dietro a mia sorella. Ha visto la Cinquecento, che non andava troppo veloce, sbandare e fare due testacoda prima di finire contro il guardrail già a pezzi. Se fosse stato a posto, Tiziana sarebbe uscita dalla macchina con le sue gambe e avrebbe semplicemente chiamato il carro attrezzi”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other