Tor Bella Monaca: assalto a polizia per difendere pusher

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Settembre 2015 10:43 | Ultimo aggiornamento: 16 Settembre 2015 10:43
(foto d'archivio)

(foto d’archivio)

ROMA – A Tor Bella Monaca (come già successo in passato) alcuni poliziotti sono stati accerchiati e picchiati da alcune persone scese in strada per impedire l’arresto di uno spacciatore. Tutto è successo nella notte tra lunedì e martedì 15 settembre, come racconta Marco De Risi del Messaggero:

Erano circa le 4 del mattino quando un equipaggio delle Volanti era andato in largo Ferruccio Mencaroni per eseguire un accertamento di routine: il controllo di una persona agli arresti domiciliari. Gli agenti in divisa hanno imboccato il portone ma salendo le scale si sono imbattuti nella persona che sarebbe dovuta essere agli arresti. Il giovane, 25 anni, vedendoli ha agito come una furia: ha spintonato gli agenti per fuggire. Momenti di trambusto ma alla fine è stato bloccato. Non solo deve rispondere del reato di evasione ma addosso gli è stata trovata droga e denaro. I poliziotti stavano per portare il giovane in macchina per poi portarlo al commissariato Casilino. A quel punto in strada si sono improvvisamente materializzate una ventina di persone: i parenti dell’arrestato e alcuni loro amici. Il gruppo ha accerchiato i poliziotti che sono stati insultati e minacciati. La situazione è poi degenerata in una vera e propria aggressione: i tutori delle forze dell’ordine sono stati presi anche a calci e pugni (…) Alla fine il bilancio è di un arresto e di due persone denunciate fra le quali un minore di 17 anni.

(…) Quattro poliziotti sono stati portati al policlinico Casilino dove hanno riportato delle prognosi tra i 6 e i 10 giorni per varie contusioni. Ieri mattina, al commissariato si è presentata la madre del minore denunciato. La donna, in stato interessante, si è messa a gridare contro gli agenti ma ha avuto un malore e un’ambulanza l’ha subito trasportata al Policlinico Casilino.