Tor De Geants, precipita e muore corridore cinese Yuan Yang. La gara continua

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 settembre 2013 15:30 | Ultimo aggiornamento: 9 settembre 2013 16:26
Tor De Geants, precipita e muore corridore cinese Yuan Yang

Tor De Geants, precipita e muore corridore cinese Yuan Yang

ROMA – E’ stato sorpreso da una bufera il gruppo di corridori in cui si trovava Yuan Yang, l’ultra-trailer cinese di 43 anni precipitato e morto verso le 23 di domenica durante il Tor des Geants in Valle D’Aosta. ”Facevamo fatica a procedere, il vento era fortissimo. Molti di noi gattonavano per non cadere”, spiega all’ANSA Francesco Cesaracciu, di Pont-Saint-Martin (Aosta), uno dei dieci partecipanti che precedevano la vittima e che sono stati portati al pronto soccorso dell’ospedale Parini di Aosta in condizioni non gravi. Un incidente mortale che però non ha fermato la gara: gli organizzatori hanno deciso che sarebbe continuata.

”Abbiamo sentito un urlo ma non abbiamo assistito all’incidente. Subito abbiamo allertato i soccorsi”, aggiunge. Negli stessi minuti, sempre nella zona del lac du Fond, sotto al colle della Crosatie (Valgrisenche), il gruppo è stato testimone di un altro incidente: ”Abbiamo visto cadere in una scarpata un corridore francese. E’ stato soccorso dalle guide e sembra abbia avuto dei problemi a una gamba”, racconta Raffaele Brattoli di Peschiera Borromeo (Milano). ”Aiutati dai soccorritori, con i vestiti bagnati e al freddo – aggiunge – siamo stati al riparo sino alle 6.30 dentro un container che era stato allestito nelle vicinanze. Poi l’elicottero è venuto a prenderci”. Alcuni di loro erano in lieve stato di ipotermia. ”Il maltempo era annunciato da giorni, stupisce che non siano stati presi provvedimenti per tempo”, dichiara Cesaracciu.

”Siamo saliti quasi di corsa fino al colle, in mezzo alla bufera. I sentieri erano pieni di fango. Quando siamo arrivati il corridore cinese era morto da circa 20 minuti a causa di un grave trauma cranico”. Massimo Viganò, medico del 118 di Aosta che è intervenuto sul luogo dell’incidente. ”Il corpo della vittima era stato messo in una tenda. Tutti i tentativi di rianimarlo sono risultati vani. Probabilmente ha perso il sentiero nel buio ed è caduto in una pietraia”.

La procura di Aosta ha aperto un fascicolo – modello 45, atti non costituenti notizia di reato – sulla morte di Yang Yuan. Le indagini sono affidate alla guardia di finanza di Entreves. Il corpo della vittima è stato condotto a Courmayeur.