Torino, accoltella la moglie e si butta dal balcone

Pubblicato il 1 Novembre 2009 20:22 | Ultimo aggiornamento: 1 Novembre 2009 20:23

Un uomo di 76 anni ha ucciso la moglie di 68 anni e poi si è gettato dal balcone della sua abitazione al terzo piano di via Cadorna, a Torino. L’uomo è stato poi ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Cto dove è deceduto nel pomeriggio.

La vittima, Margherita Netti, è stata uccisa con delle coltellate che l’hanno ferita al petto e al collo al termine dell’ennesimo litigio con il marito, Enrico Vianelli, che spesso diventava violento, come testimoniato dai vicini di casa, anche per via di problemi economici e di salute.

Proprio gli altri inquilini dello stabile li hanno sentiti nuovamente litigare questa mattina verso le 5 e hanno poi chiamato il 118 verso le 7, quando hanno sentito le urla della donna. I sanitari accorsi sul posto hanno tentato di rianimare le vittima riversa a terra. È stato in quel momento che l’uomo si è gettato dal balcone ed è stato poi ricoverato in ospedale.

«Non riesco a crederci, è assurdo», dice sconvolta Lucia, una delle due sorella della donna. «Erano sempre stati una coppia felice – aggiunge – ed erano riusciti a mettere su, con le due figlie, una famiglia felice». Sino a qualche mese fa, quando dopo un’operazione alla prostata per un tumore, Enrico Vianelli era caduto in depressione. «Era in cura per un esaurimento – racconta ancora la cognata – che gli provocava angoscia e patemi. Mai però – conclude – avremmo immaginato una fine del genere».