Torino, accoltellano moglie e marito per gelosia. A salvarli il loro cane

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 giugno 2018 19:46 | Ultimo aggiornamento: 25 giugno 2018 19:46
Torino accoltellano vicini

Torino, accoltellano i vicini di casa per gelosia. A salvarli il loro cane

TORINO – Un uomo di 64 anni e una donna di 70 sono stati feriti domenica sera, 24 giugno, mentre passeggiavano col loro cane in una strada della periferia di Torino. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Gli aggressori sarebbero Antoniono Scaletta di 65 anni e il figlio Filippo di 35, i vicini di casa della coppia. Entrambi sono stati arrestati dai carabinieri con l’accusa di tentato omicidio. Per il movente si fa strada la pista passionale

La 70enne Antonia Ierace, titolare di un’impresa di pulizie, è stata colpita da due coltellate alla schiena, molto profonde. Una le ha lesionato un polmone, l’altra la milza. Trasportata all’ospedale San Giovanni Bosco, è stata subito operata ed è ora ricoverata in prognosi riservata. Il marito, Mario Scarcina, 64 anni, ha tentato di reagire, ma è stato a sua volta colpito ripetutamente, in varie parti del corpo. Anche con due martellate alla testa. È stato trasportato alle Molinette.

A salvare la coppia da conseguenze che avrebbero potuto essere ancor più drammatiche, è stato il loro cane, che ha cercato di difendere i padroni permettendo loro di fuggire in casa. L’animale ha rimediato una coltellata alla gola. È stato portato presso la clinica veterinaria della Colletta e non correrebbe alcun pericolo.

Sul posto nel volgere di pochi minuti sono intervenuti i carabinieri della caserma di Barriera Casale e della Compagnia San Carlo. A scatenare la follia sarebbe stata una vendetta, scaturita da una questione sentimentale. Stando a quanto riferito da alcuni residenti, l’ex fidanzata del 35enne Filippo Scarcina ha avuto una relazione con il figlio della coppia. Il padre è stato tratto in arresto mentre era a casa. Il figlio, che aveva cercato di fuggire verso la collina, è stato bloccato poco dopo.