Torino, annaffia i fiori sul balcone e l’acqua cade sul marciapiede: multa da 50 euro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 settembre 2018 16:08 | Ultimo aggiornamento: 30 settembre 2018 16:08
torino annaffia multa

Torino, annaffia i fiori sul balcone e l’acqua cade sul marciapiede: multa da 50 euro

TORINO – Una storia bizzarra arriva da Torino e riguarda un’anziana signora di 80 anni. La donna è stata multata per 50 euro per aver innaffiato i fiori sul suo balcone al primo piano di un palazzo di San Salvario e aver fatto cadere un po’ d’acqua di sotto. 

A raccontare l’episodio è La Repubblica di Torino: la signora è stata multata da una pattuglia della polizia municipale che in quel momento, la settimana scorsa, stava passando proprio sotto al balcone della donna, che vive con il marito di 90 anni. In casa con loro quel giorno c’erano pure le nipoti della coppia, invitate per una merenda, e sono loro a raccontare l’episodio in una lettera allo Specchio dei Tempi della Stampa.

Secondo quanto raccontato dalle nipoti, infatti, la nonna è uscita sul balcone per bagnare i fiori, ma l’innaffiatoio le è sfuggito di mano e un po’ d’acqua è caduta sul marciapiede. Incidente che non è passato inosservato a due vigili urbani di passaggio: “Signora per favore scenda con un documento”, le hanno intimato gli agenti. E poi è scattata la sanzione.

La sua è una violazione al regolamento di polizia urbana che vieta di buttare qualsiasi tipo di liquido dalle case sulla strada. E c’è anche una sentenza (sent. 21753 del 28 maggio 2014) la Quinta sezione penale della Corte di Cassazione ha ricordato che innaffiare le piante senza stare a badare ai risultati può portare addirittura ad una condanna penale oltre a una multa amministrativa che va da un minimo di 50 euro a un massimo di 500. 

La signora è rimasta di stucco quando ha capito che la municipale l’aveva chiamata per multarla. “Volevo soltanto bagnare i gerani”, si è giustificata, ma i vigili non hanno voluto sentire ragioni e hanno staccato il verbale da 50 euro.