Torino, appalti forniture truccati: 9 arresti Asl e Ospedale San Luigi Orbassano

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 febbraio 2015 13:00 | Ultimo aggiornamento: 24 febbraio 2015 13:00
Torino, appalti forniture truccati: 9 arresti Asl e Ospedale San Luigi Orbassano

L’ingresso dell’Ospedale San Luigi di Orbassano

TORINO – Truccavano gli appalti per le forniture sanitarie all’Asl Torino 1 e all’Ospedale San Luigi di Orbassano: con questa accusa la Procura di Torino ha ordinato nove arresti, tre dei quali ai domiciliari, e 23 perquisizioni, anche a Genova, Milano e Parma.

Il blitz della Guardia di Finanza giunge al termine di due anni di indagini, guidate dal procuratore aggiunto Andrea Beconi. Secondo l’accusa gli arrestati avrebbero messo in piedi un

“articolato sistema di aggiudicazione fraudolenta di appalti pubblici, organizzato grazie ad amicizie ed interessi reciproci tra imprenditori e dirigenti del settore sanitario locale”.

I reati contestati sono quelli di associazione per delinquere, turbativa d’asta, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente, corruzione, falso ideologico in atti pubblici, frode nelle pubbliche forniture e danneggiamento di sistemi informatici.

5 x 1000

Tra le sei persone finite in carcere ci sono anche il direttore della Struttura Complessa Tc, l’ufficio tecnico che si occupa di telecomunicazioni dell’Asl Torino 1 divenuto poi, Direttore dell’Ufficio Tecnico dell’Ospedale San Luigi di Orbassano (Torino).

In manette anche un collaboratore tecnico della Struttura Complessa Tc dell’Asl To1 e quattro tra titolari, rappresentanti legali e commerciali di imprese partecipanti a gare d’appalto.

Ai domiciliari, invece, un collaboratore amministrativo della Struttura Complessa Tc dell’Asl To1; il componente di una commissione aggiudicatrice, nonché titolare di una ditta individuale; e il legale rappresentante di un’impresa che ha partecipato alle gare d’appalto finite nel mirino della Guardia di finanza.