Torino: ascensore si blocca, lui prova a uscire ma precipita e muore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Giugno 2020 10:01 | Ultimo aggiornamento: 4 Giugno 2020 10:01
Torino: ascensore si blocca, Giuseppe Marrazzo lui prova a uscire ma precipita e muore

Torino: ascensore si blocca, lui prova a uscire ma precipita e muore (Foto d’archivio Ansa)

ROMA – Un uomo di 68 anni, Giuseppe Marrazzo, è morto cadendo nel vano dell’ascensore della sua abitazione, a Torino. La tragedia è avvenuta in via Castagnevizza.

Dai primi accertamenti sembra che l’uomo stesse cercando di raggiungere i contatori dell’energia elettrica, quando l’ascensore è rimasto bloccato tra il quarto e il quinto piano. Avrebbe allora cercato di uscire dall’ascensore, con l’aiuto di un vicino di casa, precipitando nel vuoto. I vigili del fuoco e i carabinieri stanno accertando la dinamica dei fatti.

La mattina dello stesso giorno nei quartieri Santa Rita e Mirafiori c’è stato un blackout che ha coinvolto alcune vie della città, ma non è chiaro se l’episodio possa essere collegato alla morte dell’uomo.

Torino: il blackout di mercoledì 3 giugno

Quindicimila utenze di Torino sono rimaste senza corrente elettrica, mercoledì 3 giugno, per un blackout. A causarlo, intorno alle 10:30, il guasto (con un piccolo incendio) di una cabina elettrica in via Guido Reni, nel quartiere Mirafiori Nord. In tilt anche vari semafori, rimasti spenti in zona Crocetta e Santa Rita.

Il blackout di inizio maggio

Già ad inizio maggio, sempre a Torino, ventimila famiglie erano rimaste senza corrente elettrica. Era il 9 maggio quando, intorno a mezzogiorno in zona centro e nel quartiere San Salvario, si sono registrati diversi i blackout causati da quattro guasti sulla linea elettrica torinese che hanno comportato disagi per attività lavorative e famiglie. (Fonti: Ansa e Repubblica)