Torino: sgomberato asilo occupato in via Alessandria. Anarchici accusati di terrorismo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Febbraio 2019 8:47 | Ultimo aggiornamento: 7 Febbraio 2019 8:47
Torino: sgombero asilo occupato in via Alessandria. Anarchici accusati di terrorismo

Torino: sgomberato asilo occupato in via Alessandria. Anarchici accusati di terrorismo (foto d’archivio Ansa)

TORINO – A Torino è in corso lo sgombero dell’asilo occupato dagli anarchici in via Alessandria. Il blitz delle forze dell’ordine è iniziato all’alba del 7 febbraio. A darne notizia, su radio Blackout, sono stato gli stessi anarchici, che occupano la struttura dal 1995.

Tre anarchici sono stati fermati perché accusati di terrorismo: l’accusa deriva dalla campagna della rete anarchica, lanciata nel 2016, contro i centri di identificazione e di espulsione portata avanti con azioni di sabotaggio. Altri due analoghi provvedimenti, secondo quanto scrive l’Ansa, sarebbero stati eseguiti a Bologna.

La struttura, otto locali distribuiti su due piani, un tempo ospitava la scuola materna Principe di Napoli. Tre antagonisti sono saliti sul tetto e si sono rifiutati di andarsene. Sul posto polizia, carabinieri, guardia di finanza e vigili del fuoco.

Una ventina di anarchici hanno bloccato il traffico per protestare contro lo sgombero. Gli antagonisti si sono posizionati in corso Brescia, all’angolo con corso Giulio Cesare, e hanno srotolato lo striscione “Basta sgomberi! Via la polizia dal quartiere”. Contemporaneamente sei antagonisti sono saliti sul tetto dello stabile di via Alessandria.

“Un intervento più volte richiesto nel corso degli anni e lungamente atteso da città e residenti di un quartiere che chiede semplicemente un po’ di normalità”. La sindaca di Torino, Chiara Appendino, commenta così l’operazione delle forze dell’ordine. “Ringrazio la questura e gli agenti intervenuti”, aggiunge la sindaca.