Torino: bimba di 2 mesi muore nel letto, forse schiacciata dai genitori che dormono

di redazione Blitz
Pubblicato il 11 Gennaio 2020 19:44 | Ultimo aggiornamento: 11 Gennaio 2020 19:44
ambulanza ansa

Bimba di 2 mesi muore nel letto, forse schiacciata dai genitori (foto Ansa)

TORINO – Si indaga sulle cause del decesso di una bambina di appena due mesi, morta lo scorso 7 gennaio nel campo nomadi di via Germagnano, a Torino.

La piccola, come anticipato sulle pagine del quotidiano Cronaca qui, dormiva con i genitori, che hanno chiamato i soccorsi. Dall’autopsia, disposta dalla Procura ed effettuata dal medico legale Roberto Testi, emerge che la bimba potrebbe essere morta per Sids, sindrome di morte in culla che colpisce una piccola parte di neonati, o asfissia posizionale.

A uccidere la piccola potrebbe essere stato un gesto involontario dei genitori nel letto con lei, che, spostandosi nel sonno, potrebbero non averle più permesso di respirare.

La sindrome della morte improvvisa del lattante è nota anche come “morte in culla”. Si tratta di un fenomeno che non trova ancora alcuna spiegazione presso la comunità scientifica. Si manifesta provocando la morte improvvisa ed inaspettata di un lattante apparentemente sano: la morte resta inspiegata anche dopo l’effettuazione di esami post-mortem.

La sindrome colpisce i bambini nel primo anno di vita ed è a tutt’oggi la prima causa di morte dei bambini nati sani. È la causa più comune di morte tra un mese e un anno di età. Circa il 90% dei casi si verifica prima dei sei mesi di età, con il picco di casi tra i due mesi e i quattro mesi di età. Talvolta, se soccorsi prontamente, alcuni neonati, vittime possono essere rianimati e vi è comunque un altissimo rischio di lesioni cerebrali permanenti dovute a anossia con conseguente possibile disabilità.

Fonte: Ansa, Wikipedia