Torino, la casa d’appuntamenti con le bambole chiusa dalla polizia municipale

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 settembre 2018 19:42 | Ultimo aggiornamento: 12 settembre 2018 19:43
Torino, chiusa casa appuntamenti bambole per irregolarità

Torino, casa d’appuntamenti con bambole chiusa: non rispetta le norme igieniche

TORINO – La prima casa di appuntamenti con bambole in Italia è stata chiusa ad appena una settimana dall’apertura. La polizia municipale e l’ufficio di igiene dell’Asl hanno riscontrato delle irregolarità nell’attività LumiDolls alla periferia di Torino e hanno diffidato i proprietari dal continuare.

Il blitz delle autorità e dell’azienda sanitaria ha portato alla scoperta che l’ospitalità offerta dai titolari non è a norma di legge: si tratta di un esercizio abusivo dell’attività di affittacamere. Inoltre è stato controllato il servizio di igiene per verificare se la pulizia delle bambole fosse a norma o meno.

Lodovico Poletto su La Stampa scrive che la casa delle sexdolls è stata posta sotto sequestro, dato che l’attività più che un negozio funziona come un vero e proprio albergo a ore, dunque soggetto ad altri tipi di regolamentazione rispetto a quella dichiarata dai titolari. I clienti infatti potevano affittare oltre alle bambole anche delle camere, pagando 80 euro per ogni mezz’ora di utilizzo delle stanze.