Torino, ex cuoco licenziato arrestato per rapina: “Non avevo scelta”

di redazione Blitz
Pubblicato il 9 luglio 2018 15:53 | Ultimo aggiornamento: 9 luglio 2018 15:53
Torino, ex cuoco licenziato diventa rapinatore: "Non avevo scelta"

Torino, ex cuoco licenziato diventa rapinatore: “Non avevo scelta”

TORINO – “Mi hanno licenziato e non riuscivo più a ripagare i debiti”. Così si è giustificato dinanzi ai carabinieri di Chivasso che lo hanno arrestato per rapina. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Marco Giovara, ex cuoco di 33 anni, senza fissa dimora, prima di finire in manette sarebbe riuscito a mettere a segno ben quattro colpi in poche settimane.

L’uomo, senza precedenti, fino a quel momento era sconosciuto alle forze dell’ordine: è stato preso quando è entrato, a volto scoperto, con un collare e una pistola giocattolo, nel supermercato Mercatò di Brandizzo (Torino). Gli investigatori lo hanno individuato visionando i filmati delle telecamere di videosorveglianza.

Ora sospettano che abbia agito anche in tre altre occasioni, fra il 13 e il 27 giugno, a Settimo Torinese e Chivasso con modalità analoghe: faceva la fila, attendeva il suo turno e rapinava la cassiera. Ai militari ha raccontato che lavorava come cuoco in Olanda e che dopo avere perso l’impiego non riusciva più a pagare dei debiti. “Non avevo altra scelta”, ha detto loro ammettendo le sue responsabilità.