Torino, dà fuoco a 7 bus di linea e si giustifica: “Non mi lasciavano salire senza biglietto”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Novembre 2018 17:16 | Ultimo aggiornamento: 15 Novembre 2018 17:16

Torino, dà fuoco a 7 bus di linea e si giustifica: “Non mi lasciavano salire senza biglietto”

TORINO – Ha dato fuoco a 7 bus di linea della Gtt a Torino e quando è stato identificato ha ammesso candidamente il reato. Il motivo di tanto astio? “Non mi lasciavano salire senza biglietto”, questa la giustificazione del 50enne torinese che è stato rintracciato dai carabinieri guardando i video delle telecamere di sorveglianza.

L’uomo nella notte tra mercoledì 14 e giovedì 15 novembre ha dato fuoco ai mezzi dell’azienda di trasporto pubblico. A dare l’allarme alcuni passanti che hanno visto le fiamme nel piazzale della stazione ferroviaria di Ciriè, nell’hinterland torinese. Quando i vigili del fuoco sono arrivati sul posto i sette mezzi ormai erano bruciati e non c’era nulla da fare.

Le autorità hanno guardato le immagini di sorveglianza della stazione e hanno rintracciato il piromane, che poi ha ammesso le sue responsabilità: “Sono stato io perché non mi facevano salire senza il biglietto”. Secondo la ricostruzione degli investigatori, ha utilizzato la diavolina, un liquido infiammabile che serve come accelerante per accendere il fuoco, e ha incendiato le gomme. In poco tempo le fiamme però hanno avvolto l’intero mezzo e poi quelli che erano parcheggiati accanto per un danno di centinaia di migliaia di euro.