Torino: infermiera sbaglia fiala, paziente muore dopo un mese

Pubblicato il 4 Novembre 2011 17:50 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2011 17:56

TORINO – L'infermiera le aveva iniettato la fiala sbagliata e il paziente, Roberto Migliore, 49 anni, paraplegico, è morto giovedì sera all'ospedale Cto di Torino, dove è avvenuto l'errore, dopo un mese di agonia. La Procura ha aperto un'inchiesta, al momento contro ignoti, per l'ipotesi di omicidio colposo.

I fatti sono avvenuti nel pomeriggio del 5 ottobre. Secondo quanto appurato dall'indagine interna svolta dall'ospedale, Migliore, in cura presso l'unità spinale unipolare, il centro dove sono ricoverati pazienti paraplegici e tetraplegici, avrebbe dovuto ricevere una soluzione fisiologica e invece gli è stato iniettato del cloruro di potassio, la cui somministrazione era prevista il mattino successivo. Era stata la stessa infermiera ad accorgersi che qualcosa non andava e a chiamare i rianimatori per soccorrere il paziente.

L'inchiesta, coordinata dal pubblico ministero Gabriella Viglione, dovra' ora stabilire di chi siano state le responsabilità. In particolare si tratta di verificare non soltanto se la fiala errata sia stata iniettata per un errore dell'infermiera, ed anche perchè si trovasse nel contenitore sbagliato e, quindi, se sia coinvolto altro personale dell' ospedale.