Cronaca Italia

Torino, legano alla sedia e frustano figlie che non indossano il velo

velo-torino

Torino, legano alla sedia e frustano figlie che non indossano il velo

TORINO – Hanno legato le figlie alle sedie e le hanno frustate perché non volevano indossare il velo e dicevano no alla scuola araba. I genitori delle tre ragazze egiziane sono indagati con l’accusa di maltrattamenti e il pm di Torino ha chiesto 5 anni di reclusione.

La vicenda arriva da Torino, dove la coppia egiziana vive con le tre figlie e un figlio. Le ragazze, stando alle accuse, sono state legate e frustate con un filo elettrico sotto la pianta dei piedi, oltre ad essere state recluse per giorni. Jacopo Ricca su Repubblica scrive che la procura di Torino ha indagato l’uomo, 44 anni, e la moglie, 37 anni, per maltrattamenti:

“Una pena molto alta per un crimine grave come me ne sono capitati pochi in questi anni” ha detto il magistrato che per la madre ha chiesto tre anni e sei mesi di carcere. I figli, tra i 10 e i 18 anni all’epoca dei fatti, sono stati affidati a una comunità nel 2015, dopo che una di loro aveva raccontato a scuola delle violenze e aveva sostenuto che avrebbe preferito morire piuttosto che continuare a vivere coi suoi in quel clima di terrore.

“Penso lodevole cercare di mantenere la lingua e la cultura del paese d’origine, ma qui non c’è nessuna scriminante culturale – ha spiegato il pm – C’è il fine educativo e c’è la matrice , ma la tutela del fanciullo non può essere messa in discussione”. La coppia, difesa dall’avvocato Guido Savio, ha sempre respinto ogni addebito: “Nessuno ci ha mai aiutato. I servizi sociali hanno rovinato una famiglia che viveva bene” ha detto la madre in lacrime”.

To Top