Torino, mangimi all'arsenico per cani e gatti: nuovi casi

Pubblicato il 6 Aprile 2012 15:16 | Ultimo aggiornamento: 6 Aprile 2012 15:45

TORINO, 06 APR – Due nuovi casi di mangimi per cani e gatti contenenti arsenico in quantita' superiori ai limiti di legge sono stati segnalati alla Procura di Torino dopo analisi effettuate dall'Istituto zooprofilattico e su prodotti venduti in due note catene di supermercati. Si tratta in entrambi i casi di alimenti provenienti dalla Thailandia, nei quali sono stati riscontrati livelli di arsenico di 6 milligrammi per chilogrammo, quando il limite massimo di legge e' fissato a 4.

Nel mese di gennaio il pm Raffaele Guariniello aveva aperto un'inchiesta contro ignoti per frode in commercio e violazione e codice del consumo dopo un esposto del Gruppo Animalisti Informali. Allora i controlli dei carabinieri del Nas avevano evidenziato livelli di arsenico fuori norma in alimenti per gatti, anche in quel caso di provenienza thailandese.