Torino/ Nigeriana picchiata ai giardinetti, il figlio autistico aveva lanciato una pietra contro un uomo

Pubblicato il 23 Luglio 2009 23:05 | Ultimo aggiornamento: 23 Luglio 2009 23:18

Picchiare per ignoranza, per fastidio, e forse per razzismo. I giardinetti di Torino, in via Osasco, si sono trasformati in teatro di una violenza a cielo aperto. Il 15 luglio scorso, una giovane madre di 33 anni è stata picchiata per aver difeso il figlio, ne ha pagato con le botte un errore infantile.

Ma il figlio di Beatrice I.  ha 7 anni ed è malato di autismo e la sua colpa è stata quella di aver lanciato un sasso che ha colpito un anziano di 86 anni. La furia di tre uomini si è riversa contro la giovane nigeriana, sposata con un pittore italiano.

Uno degli aggressori l’ha percossa con una pietra, e altri due sarebbero passati dalle parole alle vie di fatto. La donna ha riportato lesioni che sono state giudicate guaribili in dieci giorni. La polizia è intervenuta, ha identificato tutti i presenti e ha denunciato un uomo di 68 anni per tentate lesioni aggravate.