Torino, operatore sanitario usa il badge per evitare la fila al supermercato: riempito di insulti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Aprile 2020 18:09 | Ultimo aggiornamento: 10 Aprile 2020 0:09
Supermercato, Ansa

Torino, operatore sanitario usa il badge per evitare la fila al supermercato: riempito di insulti (foto Ansa)

ROMA – Era a lavoro dalle 7,30 del mattino quando, poco prima di attaccare nel pomeriggio, ha deciso di andare al supermercato e, per non perdere tempo, ha mostrato il badge per sfruttare la corsia preferenziale riservata ai medici, agli infermieri e a tutti gli operatori sanitari.

Il problema è che quando ha mostrato il badge gli altri, gli altri clienti in fila, lo hanno insultato.

Ecco l’altra faccia dell’Italia. L’Italia, purtroppo, non è solo un “andrà tutto bene”. L’Italia è anche questo.

A raccontare la storia è Repubblica.

“Sono andato – racconta il ragazzo – nella pausa pranzo, tra il lavoro in studio, iniziato alle 7.30 del mattino e il turno, che ho finito alle 20.30, perché ovviamente facendo più turni del normale non ho altri momenti. Fino ad ora avevo cercato di evitare comunque la corsia preferenziale ma oggi non avevo altra possibilità. All’ingresso mi hanno chiesto il tesserino, l’ho fatto vedere”.

“La guardia – continua – mi ha quindi fatto passare ma subito dalla coda si sono sollevati insulti di ogni genere”.

Il ragazzo avrebbe voluto fermarsi a spiegare perché stava entrando ma ormai la situazione era fuori controllo:

“Stavo per rispondere che sono un operatore sanitario ma la ma la guardia mi ha fatto entrare. Le persone in coda, però, continuavano a urlarmi contro le peggio cose, è stato assurdo”.

Fonte: La Repubblica.