Torino, trovato ordingno bellico: domenica in 10mila dovranno lasciare le proprie abitazioni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Novembre 2019 15:34 | Ultimo aggiornamento: 28 Novembre 2019 15:34
Torino, Ansa

Torino, operazioni di disinnesco di un residuo bellico (foto d’archivio Ansa)

ROMA – A Torino domenica 1 dicembre prenderanno il via delle operazioni per il disinnesco di un residuato bellico trovato in via Valperga Caluso.

Dureranno dalle 5 alle 7 ore, informa l’agenzia di stampa Ansa, le operazioni di disinnesco del residuato bellico trovato nei giorni scorsi a Torino, in via Nizza all’angolo con via Valperga Caluso. Poco meno di 10 mila le persone – per la precisione 9.582, abitanti nella ‘zona rossa’ – che domenica 1 dicembre dovranno lasciare le loro case; i 50 mila residenti nella ‘zona gialla’ potranno restare nelle loro abitazioni rispettando alcune accortezze, ma non potranno uscire fino al termine delle operazioni. Per precauzione verrà chiuso anche lo spazio aereo e i voli cancellati potrebbero essere sino a 34.

Il programma dell’intervento è stato illustrato oggi in Prefettura a Torino: l’ordigno della Seconda Guerra Mondiale sarà disinnescato dai militari del 32esimo Reggimento Genio Guastatori della Taurinense. Dalle 7 alle 9 le oltre 3mila famiglie della ‘zona rossa’, dovranno lasciare le loro abitazioni. La Città ha allestito un centro di accoglienza ai padiglioni 2 e 3 di Lingotto Fiere. La metropolitana sarà chiusa, dalle 8.30 e sino al termine dei lavori, tra le stazioni di Lingotto e Porta Nuova. Gtt (Gruppo Torinese Trasporti) ha previsto collegamenti alternativi.

Fonte: Ansa.