Torino, la ragazza lo rifiuta lui le dà fuoco. Arrestato

Pubblicato il 10 Maggio 2010 10:39 | Ultimo aggiornamento: 10 Maggio 2010 13:12

Rifiutato da una ragazza che non ha accettato le sue avances, le ha dato fuoco. E’ avvenuto in un Comune delle valli di Lanzo, in provincia di Torino. L’uomo, Marco Langellotti, 56 anni, ha alle spalle 26 condanne passate in giudicato, di cui due per violenza sessuale. Ha fatto irruzione nella casa di lei con un bidone pieno di benzina, è stato arrestato per tentato omicidio.

Secondo la versione fornita dagli investigatori, l’uomo, entrato in cucina dove la giovane era in compagnia di un’amica, avrebbe urlato “Se non sei mia non sarai di nessuno”. A quel punto ha gettato il combustibile addosso alle due amiche, appiccando poi il fuoco con l’accendino. Le ragazze hanno cercato di scappare, ma lui le ha trattenute e spintonate più volte a terra. Entrambe sono riuscite a liberarsi, a spegnere le fiamme che ormai le avevano raggiunte alle gambe e a dare l’allarme.

Le giovani sono ricoverate in ospedale. Entrambe hanno riportato ustioni di I e II grado. L’uomo è in stato di arresto e deve rispondere di tentato omicidio.

I fatti si erano svolti a Levone (Torino) lo scorso 25 aprile. Alcune settimane prima Cristina (il nome è di fantasia), 32 anni, lo aveva conosciuto tramite un amico comune in quanto cercava lavoro. Lui aveva raccontato di cercare un’addetta alle pulizie. Presentatasi all’incontro, però, aveva capito immediatamente le reali intenzioni dell’uomo, che aveva iniziato a palpeggiarla dicendole che quella del lavoro era soltanto una scusa. Da quel momento la ragazza era stata perseguitata per settimane ed era stata costretta a trasferirsi nell’abitazione in cui aveva invitato l’amica, 34 anni, e in cui si è svolta l’aggressione incendiaria.