Torino, sosta selvaggia, ma i vigili non fanno multe. Si mobilita sui social il Comitato di cittadini

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 maggio 2019 12:50 | Ultimo aggiornamento: 23 maggio 2019 12:50
Torino, sosta selvaggia, ma i vigili non fanno multe. Si mobilita sui social il Comitato di cittadini

Torino, sosta selvaggia, ma i vigili non fanno multe. Si mobilita sui social il Comitato di cittadini (Foto da Facebook)

TORINO – A Torino quel che non fanno i vigili urbani, o polizia municipale che dir si voglia, lo fanno i comuni (e volenterosi) cittadini. Qui, nel quartiere Parella, è nato un comitato spontaneo di cittadini che monitora, tra le altre cose, la sosta selvaggia. 

Come spiega lo stesso comitato sulla pagina Facebook Parella Sud-Ovest comitato spontaneo di cittadini, “il progetto del “Controllo di Vicinato” trae origine dal fenomeno del parcheggio creativo in via Mosso. Vari lettori della pagina Facebook del Comitato ci hanno reso partecipi circa il loro sconforto per l’inefficacia delle molteplici segnalazioni (telefoniche, email) fatte alla Polizia Municipale negli ultimi ANNI. Nella speranza di scongiurare l’acuirsi delle tensioni abbiamo prima voluto appurare la veridicità della problematica. Effettivamente continuavano ad arrivare foto di macchine/furgoni sul marciapiede, in doppia e sulle strisce. Abbiamo quindi suggerito ai “segnalatori”, di non limitarsi alle telefonate e di mandare email con foto, in modo da documentare la tipologia di fenomeno e di metterci in CC (precisiamo: i segnalatori ci hanno riferito di avere storici di segnalazioni via email)”.

Il comitato ha quindi deciso di creare un gruppo WhatsApp per documentare la malasosta, visto che la polizia municipale, interpellata, aveva negato di aver trovato auto parcheggiate dove non dovevano. Da quando è entrato in funzione il gruppo sta collezionando foto e video di auto parcheggiate dove non dovrebbero. Nonostante la polizia municipale non le veda. (Fonte: Facebook)

5 x 1000